Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie "Policy e Normativa sulla Privacy" cliccando il tasto rosso.

Quadro di parallelo speciale

Quadro di parallelo multiplo per gruppi elettrogeni con ripartizione del carico

Caratteristiche

Il quadro elettrico, abbinato ai gruppi elettrogeni di qualunque potenza, consente la produzione autonoma di energia elettrica con funzione di avviamento automatico o manuale / parallelo automatico tra generatori.
Può essere predisposto in un unico modulo per l’intera centrale di produzione oppure a più moduli indipendenti, ottimizzati per l’installazione direttamente su ogni singolo generatore.
In questo caso tramite un’apposita interfaccia a connessioni rapide, predisposta su tutti i quadri, è possibile far dialogare le apparecchiature tra di loro con un semplice cavetto di comunicazione.

Questo sistema con le opportune modifiche può essere utilizzato anche come emergenza alla rete, con inserimenti graduali dei gruppi elettrogeni su richiesta di carico.
In oltre in particolari impianti, un’apposita configurazione del software della logica di controllo può permettere la sincronizzazione con la rete ed il parallelo.

SEZIONE PARALLELO

La logica di controllo dei generatori è composta da un’unica scheda a microprocessore che integra il controllo, la sincronizzazione e ripartizione del carico attivo fino a 16 generatori contemporaneamente.
Compatibile con i più comuni regolatori di velocità e regolatori di tensione AVR.
Dispone in oltre del collegamento CANBUS J1939 per la comunicazione diretta con le moderne centraline elettroniche dei motori diesel, riportando direttamente sul display della logica una serie di informazioni.

IG NTC BB

 

IV12

Tale apparecchiatura esegue le principali operazioni:


SINCRONIZZATORE ACCOPPIATORE: è inserito durante l’operazione di messa in parallelo, dopo che il Gruppo da parallelare è arrivato a regime. Provvede a portare il Gruppo pilotato alla stessa velocità del Gruppo pilota, tramite comandi al variagiri della pompa d’iniezione.
Ottenuta la stessa velocità, con ulteriori brevi comandi viene ottenuta la concordanza di fase, al raggiungimento della quale l’accoppiatore fornisce il comando di chiusura del contattore di parallelo.

RIPARTITORE DI CARICO ATTIVO: dopo l’accoppiamento in parallelo, viene disabilitata l’unità di sincronizzazione e accoppiamento e viene inserito il ripartitore di carico attivo.
Quest’ultimo tramite un rilevamento wattmetrico, fornisce i comandi ai variagiri dei Gruppi in parallelo al fine di avere costantemente un’erogazione di potenza uguale tra i due Gruppi.

SOFTWARE DI COMUNICAZIONE

Per mezzo di un apposito software di comunicazione è possibile interagire con la logica attraverso il personal computer.
Vengono visualizzate tutte le informazioni dell’impianto, lo stato del gruppo elettrogeno e tutti i parametri di programmazione della logica.

Intelimonitor

plc